Logo Unipol

L'unione fa la forza

Bernadette Serratore, Sabato, 25 Novembre 2017

Nella seconda puntata di Percorsi di nuoto Giovanni De Grazia intervista il Presidente del Comitato Regionale Calabro della FIN Alfredo Porcaro.
L'unione fa la forza

Una lunga e intensa intervista dall’andamento regionale delle attività natatorie in Calabria al bronzo di Tocci. Prima di entrare nel vivo dell’intervista però Porcaro dice: “innanzitutto devo fare i complimenti per quanto riguarda questo vostro progetto verso lo sport aquatico, non tutti gli danno l’importanza dovuta, quindi significa che anche i media finalmente pongono l’attenzione su questo sport, che dev’essere fatto con la massima tranquillità perché ha dei benefici enormi”.

Oltre 23 società con poche piscine, la politica molte volte non è vicina a questo sport come in altri. Che difficoltà ha il nuoto in Calabria in questo momento?

“Il problema degli impianti è un problema a livello nazionale, l’Italia è agli ultimi posti per quanto riguarda l’impiantistica, considerando che nell’Italia la Calabria è all’ultimo posto questo dice tutto su cosa significa avere un impianto qui da noi. È un problema serio non solo per gli impianti, ma anche per i costi di gestione. Noi per il futuro miriamo ad avere una mappatura di tutti gli impianti, anche non funzionanti o abbandonati. Questo per sensibilizzare le amministrazioni e farci carico noi di questi progetti (non sotto l’aspetto economico, perché purtroppo, non abbiamo le capacità e né lo consente la federazione) ma cercando di affiancare i proprietari degli immobili a svilupparli e metterli in funzione.”

Siamo stati ad Ostia durante i campionati delle Regioni di Pallanuoto dove i due giovani lametini hanno partecipato alla manifestazione conquistando un bel risultato. I giovani quindi stanno andando bene?

“Lei prima ha detto bene, è un’attività giovanile che va sviluppata. Sono poche le società ancora, in Calabria, 23 non tantissime, ma se consideriamo che sono solo 3 o 4 a fare le attività di pallanuoto, questo vuol dire che siamo ancora indietro rispetto alle altre realtà delle altre regioni. Si sta lavorando bene, vogliamo portare avanti questo progetto, ovvero: la fase giovanile, i campionati giovali, le attività giovanili, perché da lì nascono ed escono i talenti e i campioni; dobbiamo cercare di curarla con attenzione e investire moltissimo. Il nuoto è fondamentale è una disciplina salutare.

Come mai ad una competizione come quella di Ostia mancavano le società Crotonesi e Reggine? È per invidia? anche se di mezzo ci sono dei ragazzi?

“Noi la prima cosa che abbiamo chiesto è la collaborazione, per avere un unico obiettivo. Per quanto riguarda le ultime manifestazioni, il tecnico designato ha fatto le dovute convocazioni ma con l’inizio delle scuole e una preparazione fisica non idonea, c’è stata qualche assenza. Attenzione però, questo non toglie che se aspiriamo ad una crescita del nostro movimento in Calabria, le società devono collaborare in tutti i sensi”.

Quali saranno gli obiettivi che si prefigge la federazione nuoto per il 2017/2018?

“Vogliamo iniziare un progetto importante cioè che la federazione il comitato regionale Calabro affianchi le società. Il nostro interesse è quello di far crescere le società, affinché il comitato cresca. Qualsiasi problematica, sia essa tecnica, amministrativa, legale o fiscale avrà il comitato sempre come supporto. Noi vorremmo coinvolgere tutte le società in tutte le discipline, il problema sono gli impianti, perché abbiamo poche società che sono titolari d’impianti. Se ci sarà collaborazione, secondo me, ne beneficeranno tutti.”

Quali sono le migliori vasche in Calabria?

“Diciamo che sulle città principali ci sono degli impianti importanti, ma sono pochi.”

Le faccio i complimenti per il suo lavoro e per i grandi risultati ottenuti

“Io la ringrazio ma il merito non è mio ma è delle società e dei ragazzi che riescono ad ottenere dei risultati brillanti. Io sono, insieme a tutto il consiglio un coordinatore, non facciamo altro che sviluppare i loro risultati in un’economia agonistica e non parlo finanziariamente. Noi come Calabria abbiamo un patrimonio e dobbiamo gestirlo, quando nelle ultime Olimpiadi o nell’ultimo mondiale si è sentito parlare della Calabria vuol dire che abbiamo raggiunto un ottimo risultato.”

Che emozione ha provato con la vittoria di Tocci?

“La medaglia di Tocci per me è stata un’emozione unica, come quella che ho vissuto per la vittoria dei mondiali di calcio, non per la medaglia in sé, più che altro per l’espressione di quel ragazzo. Mi sono emozionato come se a vincere fosse stato mio figlio”.

Copyright © 2018 Percorsi di Nuoto. Tutti i diritti riservati.
  • Condividi:

Ultime Notizie


Scopri l'ultimo servizio


Sporting Club Poseidon: la casa dello sport

Sporting Club Poseidon: la casa dello sport

"Nuoto, calcio, basket, danza. Lo sport a 360°."

Segui il percorso

 

  • Video Sei una struttura

    Sei una
    struttura?

    Racconta il tuo Percorso di Nuoto

    Contattaci

    Ufficio +39 0968 43 48 32

    Contattaci

Partner

  • Logo Fiscal Focus
  • Logo Arvalia

Contatti

Via Giovanni De Sensi
Lamezia Terme
Tel +39 0968 43 48 32

Seguici

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la fruizione dei contenuti